Alice Pedroletti
antagonisti
 
Nella galassia dei centri sociali la parola d'ordine e' guerra alla globalizzazione.
E' il pensiero fisso che domina l'happening quotidiano che si svolge tra vecchie mura di fabbriche dismesse e quartieri diroccati.
Gli spazi occupati si trasformano in laboratori alternativi di teatro, cinema, animazione. La controinformazione e i programmi rimbalzano on line negli internet caffe', nei convegni hacker, nelle chats, con l'intento di progettare dal basso la vita politica e la gestione dei diritti delle fasce di popolazione senza privilegi.
E' l'antagonismo a tutto cio' che sostiene l'azione globale dell' economia.
Sempre piu' spesso l'antagonismo teorico si trasforma in guerriglia urbana: da Milano a Seattle, Praga, Nizza, Davos.
Dovunque si riuniscano le lobby liberiste i lacrimogeni e le barricate sono lo scenario consueto.
Arrivano in pullman, treno, autostop, aggirando i blocchi della polizia.
Agli sbarramenti la protesta viene gestita militarmente: i volti mascherati, le bandiere diventano bastoni. Compaiono gli estintori che lanciano schiuma e si trasformano in arieti. Le cariche della polizia sono contrastate con fumogeni colorati, taniche, materassi, cassonetti della spazzatura.
L'eco delle sirene e il fumo dei lacrimogeni non giungono fino ai padiglioni
dei summits, blindati e protetti da telecamere, cancellate e polizie, dove la Commissione Trilaterale ed il G8 prendono comunque le loro decisioni globali.
Le manifestazioni vengono sempre disperse e non ottengono apparenti risultati pratici. La globalizzazione dei media e' tuttavia il miglior alleato degli antagonisti: catturano la scena con clamore
e la trasformano in un controvertice.
alice pedroletti
alice pedroletti
alice pedroletti
alice pedroletti
alice pedroletti
alice pedroletti
alice pedroletti
alice pedroletti
alice pedroletti
alice pedroletti
alice pedroletti
alice pedroletti
alice pedroletti
alice pedroletti
alice pedroletti
 
fai clic sulle miniature per ingrandire
copyright 2000 by alice pedroletti. all rights reserved
 
Alice Pedroletti e' nata a Milano nel 1978. Si e' occupata della documentazione delle attivita' di diversi centri sociali e laboratori studenteschi di Milano. Nella stagione 2000 e' stata la fotografa ufficiale del Rolling Stone, locale culto della musica rock. Ha lavorato come assistente con fotografi di moda e pret a porter, con Laura Rizzi nell' arredamento e still life. Come fotografa free-lance attualmente collabora con riviste d'avanguardia e realizza CD cover e booklets per gruppi musicali rock.
galleria
avanti